Ciclismo


Il Berghotel Franzenshöhe è chiuso, stiamo rinnovando!
Grazie per una stagione di successo, Karin & Team

Per ciclisti ambiziosi e non

Il Passo Stelvio è una sfida per tutti, bici da corsa o mountaibike, con o senza bagaglio. I 48 tornanti della strada del Passo Stelvio sono una meta obbligata per ogni ciclista ambizioso.

La prima possibilità di sosta per ritemprarsi la offre l'Hotel Franzenshöhe al tornante 22. Dalla terrazza davanti all'albergo si gode una vista magnifica sui successivi 21 tornanti che conducono al Passo. Per molti ciclisti, in particolare i mountainbikers, l'hotel è una possibile tappa dopo una lunga giornata sulla bici. Particolarmente apprezzati sono il relax nella piscina coperta e nella sauna, una buona cena e una colazione energetica, biancheria pulita (con un piccolo supplemento) e l'atmosfera accogliente vicino al camino nel bar. Il mattino seguente si affronterà il resto del tragitto fino al Passo prima che cominci il traffico giornaliero.

La Giornata senza auto al Passo Stelvio è un giorno speciale istituito dal Parco Nazionale, in cui la regina delle strade alpine è aperta solo a ciclisti sportivi. All'ultima edizione parteciparono quasi 6.000 ciclisti, uno spettacolo affascinante. Il campo da tennis di Franzenshöhe in questa occasione si trasforma in un parcheggio per le bici. Nello spiazzo davanti all'hotel i ciclisti si scambiano esperienze mentre mangiano e fanno due chiacchiere con un sottofondo musicale.

Chi vuole prendersela comoda può raggiungere la valle con la bici o il bus, noleggiare una bici in valle e attraversare la Val Venosta pedalando lungo la via Claudia Augusta. Il nuovo treno per la Val Venosta fa un'offerta interessante per le famiglie. Il prezzo di 14 € include un biglietto ferroviario ed una bicicletta a noleggio per un'intera giornata.

Per la sua posizione ed i collegamenti con i bus di linea, Sottostelvio (Franzenshöhe) è ideale per numerose escursioni giornaliere in bicicletta.

Alcune proposte

Una nuova formula del classico giro del Passo Stelvio

Da Sottostelvio (Franzenshöhe) si fanno i 21 tornanti fino al Passo, poi si scende sull'altro versante per circa 3 km fino al confine svizzero da dove, passando per il Passo Umbrail, si raggiunge Santa Maria. Si pedala poi in direzione Glorenza passando per Tubre fino ad arrivare a Prato. Da qui si ritorna a Sottostelvio (Franzenshöhe) passando per Trafoi. La salita non è molto ripida, ma l'altitudine richiede una buona forma fisica.


Mountainbike: Rifugio della Forcola (Furkelhütte)

Da Sottostelvio Franzenshöhe si procede sulla strada del Passo Stelvio fino a Gomagoi, poi si gira a sinistra in direzione Stelvio. Prima del paese si devia sul sentiero per il campo sportivo che conduce fino agli ultimi masi a quota 1700 m e giunge fino alla Malga di Prato (Prader Alm) a 2050 m di altezza. Da qui si raggiunge in pochi minuti il Rifugio Forcola e, per ritornare a Sottostelvio (Franzenshöhe) si passa per la Malga di Tarces (Tartscheralm). Al tornante 25 si raggiunge nuovamente la strada del Passo Stelvio.


Mountainbike: (227) Passo Stelvio, Forcola, Lago Fraele - Val Mora

Da Sottostelvio Franzenshöhe, superato il Passo, si arriva all'incrocio per il Passo Umbrail. Alla sinistra del confine parte un piccolo sentiero anonimo che porta a Bocchetta Forcola (2700 m).
Qui si trovano ancora i resti di postazioni militari della prima guerra mondiale. Si tratta di una serie di opere militari collegate da una fitta rete di strade e sentieri che i soldati realizzarono sopportando temperature al limite della sopravvivenza. Ciò rese praticabili molti settori delle Alpi. Oggi molte di queste vie di comunicazione sono diventate per gli escursionisti sentieri e piste ciclabili.
Sull'altro versante si scende fino al lago di Fraele e poi in direzione Val Mora, da dove attraversando un confine verde, si raggiunge la Svizzera. La Val Mora ricorda gli scenari dei film western dove in giornate afose ci si può rinfrescare nei ruscelli montani o negli abbeveratoi per gli animali. Qui l'acqua abbonda ed è potabile ovunque. Una discesa ricoperta di ghiaia riporta alla Val Monastero e poi, superando il confine italiano e passando per Laudes (Laatsch), si giunge a Prato, da dove si raggiunge Sottostelvio (Franzenshöhe) con la bici o il bus, secondo la forma fisica.


Mountainbike: (222) Il facile circuito dell'Alta Val Venosta
Il circuito parte dall'ingresso nord di Prato, che naturalmente è possibile raggiungere in bici da Sottostelvio (Franzenshöhe). Si prende la pista ciclabile Claudia Augusta in direzione Glorenza, la più piccola città d'Europa. Nella piazza di Glorenza si gira a destra e si esce dalla città in direzione Sluderno. Prima del sottopasso ferroviario si gira a sinistra e si prende la ciclabile in direzione Prader Sand. Prima della stazione ferroviaria, all'altezza del ponte si gira a destra verso i laghetti di Prato, una zona ricreativa nell'Alta Val Venosta. Attraversando Prader Sand, un paesaggio fluviale unico, si ritorna a Prato e quindi a Sottostelvio Franzenshöhe.


Attraversare la Val Venosta con il treno e la bicicletta
La combinazione di treno e bicicletta, offerta dalla ferrovia della Val Venosta, è una fantastica attrazione per grandi e piccini. L'idea del pacchetto è quella di incrementare l'uso delle piste ciclabili venostane facendo apprezzare ai ciclisti la nuova linea ferroviaria.
Come è noto, la Val Venosta può vantare le più belle piste ciclabili dell'Alto Adige. Il tratto Malles (Mals) - Merano non è solo caratterizzato da una pendenza ideale, ma si rivela anche un viaggio alla scoperta di paesaggi, gastronomia e cultura. Nelle principali stazioni ferroviarie si trovano i punti di noleggio delle biciclette. Vi si può acquistare anche il biglietto Eventcard che comprende il tratto Merano - Malles/Malles - Merano ed il noleggio di una bicicletta. Così si possono intraprendere escursioni combinate treno -bicicletta in entrambe le direzioni, con la possibilità di percorrere in treno alcune tratte.

Per ulteriori informazioni www.mountainbiker.it